It

Testi

Io dico: che importa che tutto sia indecifrabile?
Che si debba ricominciare tutto da capo?
Ogni anima ricolma qualche corpo
e ogni porta conduce in qualche stanza.

Ogni spazio è saturo delle proprie onde radio.
Da ogni cuore crescono alghe e fiori.
E che importa se ora si può prevedere tutto?
Che importa se non sai come parlarne?

Ho conosciuto il crepuscolo che dura giorno e notte
so come combattere gli attacchi e i traumi.
Ciò malgrado mi è rimasto tanto di quell’amore
che potrei fermare la peste alle porte della città.

So come spegnere il fuoco nella voce di una donna.
Io stesso ho portato quel veleno nelle mie tasche.
Ma persino ora ho tanta voglia di tenerezza
        e tanta rabbia
da risuscitare dalle tombe impiccati e lebbrosi.

Perché mi seguano nelle notti dorate
come stanchi clown, inermi sonnambuli.
Che importa se non sai da dove cominciare?
E che importa se fra te e me non succederà niente?

Lei mi ascolta dondolando un po’.
Se ne va da qualche parte, poi ritorna.
Tace e assente a tutto.
Sorride senza credere ad una sola mia parola.

© Serhiy Zhadan | Traduzione di Lorenzo Pompeo

Guarda la versione multimediale

Elenco di testi | Testo successivo